nutrizione

Allergie e intolleranze alimentari: che confusione! Cosa sono e quali sono le differenze?

foodintollerance (2)
Ammettiamolo si fa sempre una gran confusione quando si parla di allergie, intolleranze, intossicazioni. Cosa sono esattamente? E quali sono i meccanismi alla base di questi disturbi causati dagli alimenti?

Facciamo un po’ di chiarezza…

Secondo la classificazione dell’Accademia Europea di Allergologia ed Immunologia Clinica, si parla in maniera molto generale di reazioni avverse al cibo, nel cui ambito si distinguono le reazioni tossiche, che sono dose dipendenti e le forme non tossiche, che dipendono dalla suscettibilità individuale.
Cattura
Come nasce un’ allergia? 

allergia-alimentare-EWC24Y-696x392

Ad ogni pasto assumiamo migliaia di particelle diverse, ognuna è un potenziale allergene e nei soggetti predisposti può fungere da promotore di una reazione allergica. I principali allergeni sono proteine e glicoproteine. Nel soggetto allergico il sistema immunitario, quando entra in contatto con sostanze allergiche o allergeni, produce specifici anticorpi, detti IgE.
Questi, a loro volta, scatenano il rilascio da parte di cellule specifiche, in particolare mastociti a livello tessutale ed i basofili a livello ematico, di alcuni mediatori chimici, tra cui l’istamina, i leucotrieni e le prostaglandine, responsabili della sintomatologia.
Il quadro sintomatologico è molto ricco e variegato; esso insorge acutamente dopo 2-3 minuti fino a circa 120 minuti dall’assunzione dell’alimento responsabile.
In particolare, si possono osservare segni e sintomi respiratori, cutanei, gastrointestinali e sistemici (shock anafilattico).

In teoria, tutti gli alimenti possono scatenare reazioni allergiche, tuttavia solo pochi ricorrono come causa. Gli alimenti responsabili sono quelli consumati più frequentemente e in quantità consistente in una dieta.
La diagnosi viene effettuata dal medico specialista, dopo un’accurata anamnesi , gli strumenti diagnostici utilizzati sono test cutanei (Skin prick test con estratti di allergeni alimentari ed eventualmente prick by prick con l’alimento in questione) test sierologici (Rast test: dosaggio delle IgE). Quando la storia clinica del paziente e i risultati dei test cutanei e di laboratorio sono discordanti tra loro si procede con altre prove diagnostiche quali la dieta di eliminazione e il test di esposizione orale.

Le intolleranze alimentari invece sono reazioni avverse conseguenti all’ingestione di un alimento o ad alcune delle sue componenti e riconoscono molteplici meccanismi patogenetici tra cui:
– mancata o scarsa produzione di specifici enzimi indispensabili per metabolizzare e rendere assimilabili alcune componenti alimentari, un esempio è l’intolleranza al lattosio dovuta ad deficit dell’enzima lattasi, in grado di scindere e digerire il lattosio.
– alterazioni farmacologiche indotte da alimenti o meccanismi ancora del tutto da definire (pseudo allergie)

Per quanto riguarda la diagnosi di intolleranza alimentare sono in circolazione tutta una serie di test fantasiosi, magici, e di moda che non hanno alcun fondamento scientifico. Questi test sono poco affidabili, oltre che costosi! Sulla base dei risultati falsamente positivi vengono prescritte diete approssimative, talora prive del necessario apporto calorico e/o vitaminico.
I test NON VALIDATI sono: dosaggio IGg4, test citotossico, Alcat test, test elettrici (vegan\test, elettroagopuntura di Voll, bioscreening, biostrengt test, sarm test, moratest), test kinesiologico, dria test, analisi del capello iridologia, biorisonanza, pulse test, riflesso cardiaco auricolare.
Le uniche intolleranze dimostrate scientificamente sono quelle al lattosio e al glutine.

In conclusione è importante affidarsi sempre a professionisti seri, autodiagnosticarsi un’intolleranza può essere grave poiché si rischia di rinunciare ad alimenti anche molto importanti dal punto di vista nutrizionale.

Fonti:
Manuale di Nutrizione Applicata
http://www.adiitalia.net/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...